Pubblicato il

Ecco qual è la formazione post laurea sulla didattica di Unicusano

Tanto tempo fa, quando in teoria eravamo indietro con la cultura ma forse la cultura era messa al centro delle nostre vite, il mestiere dell’insegnante veniva considerato centrale per lo sviluppo della società civile. Si chiamava “precettore” ed era uno snodo delle famiglie romane che gli affidavano l’educazione e la crescita dei propri figli. Ora che siamo in piena crisi, s’è capita che il paese potrà essere salvato solo innalzando la preparazione dei giovani e quindi potrà essere salvato solo  da professionalità di livello in grado di pensare alla loro didattica. Se anche voi pensate che questa premessa sia giusta, è bene che vi concentriate su questo articolo che vi dice quale sia la formazione post laurea sulla didattica che non dovete perdere. Ovviamente ve la offre Unicusano ed ovviamente è strutturata in master post laurea atti a specializzare le vostre competenze  per mettervi nella nicchia del mercato del lavoro che più rappresenterà. Interessante? Fate una buona lettura di questi concetti base. Continua a leggere Ecco qual è la formazione post laurea sulla didattica di Unicusano

Pubblicato il

Perché prendere un master dopo Medicina

Nessuno è esente dall’evoluzione del mercato del lavoro. Nessuno. Infatti anche la Medicina richiede che non siate troppo generici e tuttologi. Lo dimostra l’offerta di master che in questo campo dà Unicusano, fedele alla sia mission aziendale che vuole i vostri interessi e le vostre esigenze al centro dell bouquet didattico. Se avrete voglia di addentrarvi maggiormente in questo tema, capirete che la classica “specializzazione” che in questa facoltà è in vigore da sempre (dimostrando grande lungimiranza) non basta più. Ora è possibile andare ancora più a fondo e ancora più in nicchie che le aziende e i paziente silenziosamente richiedono. La vostra passione è sempre stata salvare le vite umane? Bellissimo ma fatelo con maggiore cognizione di causa e cavalcando quello che la cultura moderna vi dà l’occasione di cavalcare. Buona lettura. Continua a leggere Perché prendere un master dopo Medicina

Pubblicato il

Unicusano: quali sono i master in Giurisprudenza

Basta farvi un giro in rete e lo vedrete da soli. Oppure vi sarà sufficiente chiacchierare con chi lavora da tempo nell’Ufficio del Personale. I tuttologi non sono mai piaciuti a nessuno ma ora hanno terminato del tutto la corsa. Se il mercato del lavoro è in crisi, infatti, lo è solo per certe modalità formative e per certe professioni. Di base chi sa un po’ di tutto non lavora così come chi sa agire solo in macro aree. Ecco perché ha senso per voi scoprire quanto prima quali sono i master di Giurisprudenza di Unicusano. Tra quelli di primo e quelli di secondo livello, il bouquet è davvero ricco e, soprattutto, vi mette in condizione di finire scientemente in precise nicchie da cui sarà più facile farvi notare e vedere dalle aziende. Interessante? Per forza, si parla del vostro futuro. Ecco cosa vi dice di importante sul tema questa mini-guida tutta da leggere. Continua a leggere Unicusano: quali sono i master in Giurisprudenza

Pubblicato il

I master in area ingegneristica di Unicusano

Vi piace andare sul sicuro? Di certo Ingegneria è quel settore che non è mai andato in crisi, neanche nella crisi! Di base è perché l’utilità sociale dei mestieri che questa facoltà crea è lampante e di prima fascia. Si può fare (purtroppo) a meno dell’arte se non c’è il pane a tavola ma chi costruisce e ripara case ci vuole sempre. Nonostante questa solidità, però, anche questo settore ha dovuto evolversi coi cambiamenti dei tempi. Il mercato del lavoro non ha mai smesso di cercare ed assoribire ingegneri ma non li vuoli di certo miopi. I neolaureati di oggi devono “vedere” chiaramente che ormai una laurea, anche qua, è solo un punto di passaggio e non un arrivo perché l’arrivo vero e proprio è la formazione specifica che vi può offrire soltanto una didattica post laurea. Ecco perché Unicusano, sempre vigile su questi temi, offre un ricchissimo bouquet di master in area ingegneristica. Alla fine di questa mini-guida ne saprete di più. Continua a leggere I master in area ingegneristica di Unicusano

Pubblicato il

Master in Economia: la proposta di Unicusano

Se siete arrivati a leggere questo post, se siete arrivati fin qua, vuol dire che avete capito che il mercato del lavoro è in crisi ma nel senso ellenico del termine e cioè nel senso che sta mutando molto la forma ma non che è un baratro. Se è vero che le opportunità per i neo-laureati sono azzerate ed è altrettanto vero che le porte delle aziende sono tutt’altro che aperte, dovete considerare che forse il problema non è solo esterno. Vi siete mai chiesti se siete appetibili? Lo hanno fatto decenni fa negli Stati Uniti e la risposta che si sono dati dimostra che la laurea, da molti considerata un approdo, è solo una partenza per staccarsi dalla tuttologia e puntare alla specializzazione. Se il resto dell’Europa s’è adeguato, da noi c’è voluto più tempo, come da copione. Fa il suo percorso a parte Unicusano che offre master serissimi come quelli in Economia, molto dettagliati tra primo e secondo livello. Ecco una mini-guida in merito che troverete interessante. Continua a leggere Master in Economia: la proposta di Unicusano

Pubblicato il

Van Gogh Alive e Arts Communication: l’importanza di comunicare l’arte.

A Roma sarà in corso fino al 26 Marzo di quest’anno un’esibizione davvero innovativa su uno dei più grandi pittori dell’Ottocento: Vincent Van Gogh. Proponendo 800 delle sue opere più importanti realizzate tra il 1880 e il 1890, corredate con tantissime documentazioni, fotografie e testimonianze della vita del pittore.

Van Gogh Alive – The Experience è un vero e proprio viaggio multisensoriale non solo nell’arte, ma nelle emozioni, nei pensieri e nelle realtà geografiche che segnarono la vita di questo artista così importante.

Grazie al sistema Sensory4™, attraverso più di 40 proiettori ad alta definizione, motion graphic multi canale e un sistema Dolby Surround degno di una sala cinematografica, le opere d’arte e le documentazioni verranno proiettate con colori vividissimi e una qualità cristallina sui muri, sugli schermi, sulle colonne, persino per terra, nella splendida location di Palazzo degli Esami.

A coronare il tutto, una colonna sonora di musica classica che riuscirà a far provare ai visitatori le stesse emozioni che ispiravano e segnavano la vita di Van Gogh, includendo brani di Vivaldi, Ledbury, Lalo, Schubert, Satie, Bach e Godard.

Anche i luoghi del pittore sono tutti presenti, dalla sua natia Olanda, passando per Parigi, Arles, Saint-Rémy e Auvers-sur-Oise. È qui che il Maestro creò tra i suoi capolavori più memorabili, che potranno essere esplorati durante la mostra in ogni loro più piccolo dettaglio.

L’opportunità è quindi quella di avventurarsi non solo nell’arte di Van Gogh, ma nel suo mondo, fatto di suggestioni, sentimenti, ispirazioni e accadimenti.

master arts communication a roma

L’opera di Van Gogh.

Ciò avviene anche e soprattutto per comunicare l’opera di un pittore intriso fino al midollo di emozioni, sensazioni, sentimenti spesso tormentati e una vita ricca di accadimenti. La sua incredibile potenza, sia a livello personale che artistico, è visionaria e drammatica e la sua arte non può che essere interpretata come una vera e propria esperienza, e non un semplice dipinto fatto di tecnica.

L’intenzione è quindi quella di permettere 40 minuti di pura vita e magnetismo, esplorando le pennellate di Van Gogh in maniera poetica e varia, proprio come la mente che le ha partorite.

L’importanza di comunicare l’arte.

Van Gogh Alive è un grande esempio di comunicazione artistica moderna. La peculiarità di questa esibizione famosa ormai in tutto il mondo fornisce un ottimo spunto quando si parla di Arts Communication e nuovi metodi di trasmettere l’arte a un pubblico che, ormai, fa affidamento su metodi e tecnologie molto diversi da quelli di un tempo.

Se fina 10 anni fa bastava un allestimento più innovativo per comunicare l’arte in maniera più efficace, ad oggi l’uso dei social media, delle proiezioni, del suono e dell’engagement sensoriale a tutto tondo è assolutamente indispensabile se s’intende comunicare con il visitatore.

Come viene specificato nel Master online in Arts Communication: l’arte di comunicare l’arte, proposto a Roma come in tutta Italia dall’Università Telematica Niccolò Cusano, si tratta di un linguaggio a sé stante, che ormai si ritrova a dover interagire con il linguaggio dello spettatore, fatto di videocontenuti, rete e social media.

Si tratta di un evento d’arte che non è solo un’esibizione, ma un vero e proprio caso di studio, da esaminare e a cui ispirarsi durante il proprio master online. Viene infatti dimostrata una grandissima capacità di combinare e conciliare nel giusto modo strumenti online ed offline, così da garantire un proseguo della propria esperienza anche su internet e sui propri canali: l’interazione con l’arte va a braccetto con l’interazione con il mondo.

Il master darà agli studenti tutti gli strumenti teorici e pratici utili e necessari per approcciare al mondo dell’Art Communication in maniera interdisciplinare, così da poter comprendere appieno il contesto più ampio con cui l’arte si rapporta e attraverso cui l’arte viene vissuta. Il fenomeno arte non è infatti immune ai mutamenti politici, economici, strategici e sociali a livello globale.

Attraverso questo master, quindi, gli studenti potranno approfondire cosa significa lavorare nel settore dell’arte contemporanea, conducendo un imprescindibile e fondamentale lavoro di ricerca e studio continuo (che non si fermano una volta concluso il master).

L’arte è infatti una conversazione aperta e continua, soggetta ai mutamenti che la circondano e che si esprime e si rinnova attraverso gli eventi artistici, le rappresentazioni, i convegni e le pubblicazioni.

Tutto questo in funzione dell’importanza di comunicare l’arte come patrimonio culturale, sociale e morale fondamentale per la vita dell’uomo e per la sua evoluzione personale e collettiva. Si tratta infatti di uno strumento di sensibilizzazione e comunicazione fondamentale, che nonostante la sua evoluzione resta alla base dell’interazione umana, che sia nei musei, per le strade, o in natura.