Pubblicato il

Maxi multa ad Amazon: ecco la formazione per farlo accadere più

Multa Amazon

Alla fine è calata la mannaia. La multa ad Amazon è arrivata senza sconti. La Commissione Ue ha, infatti, deciso, circa l’azienda di Jeff Bezos, che il Lussemburgo ha dato ad Amazon “vantaggi fiscali non dovuti per 250 milioni di euro”, e che questi vantaggi vanno ora recuperati. Si tratta, secondo il documento ufficiale, di “un comportamento illegale perché ha consentito all’azienda di pagare molte meno tasse di altre”. In pratica “tre quarti dei suoi profitti non sono stati tassati” grazie a un accordo fiscale (detto “tax ruling”) stretto nel 2003. Non sarà facile tenere botta ma forse si poteva evitare una fine così ingloriosa. Di certo potreste provarci voi in un futuro prossimo grazie ad un’adeguata formazione economica post laurea. L’offerta di master in Economia di Unicuano è molto varia e potrà, senza dubbio, farvi trovare la specializzazione giusta per acquisire quelle competenze che vi metteranno in grado un domani di salvare anche aziende “monstre” come Amazon. Ecco qualche prima informazione in merito.

La questione della multa ad Amazon sta facendo il giro del mondo. La finanza “creativa” sembra aver finito il suo giro di giostra ed ora, assorbita la botta (non proprio leggera), si dovranno cercare e trovare professionisti in grado di gestire l’aspetto economico con maggiore etica, pur stando dentro i margini del profitto. Vi candidate? Lo potreste fare dopo aver acquisito il giusto know-how che vi arriva dai master dell’università Niccolò Cusano.

Prima di illustrarvi quelli principali, lasciatevi ricordare che questa è solo una mini-guida. Molto altro dovrete trovare da soli continuando a leggere gli articoli del nostro blog tematico Trainingschool.unicusano o, attraverso l’apposito form informativo, facendoci tutte le domande che avete urgenza di fare.

Ora che abbiamo contestualizzato l’apporto informativo del testo, andiamo nello specifico.

L’eCommerce in Italia nel 2017

La questione della multa di Amazon pone una domanda: come sta messo l’eCommerce in Italia nel 2017? Secondo la prestigiosa fonte de IlSole24O, per quest’anno è prevista una crescita intorno al 20%, col raggiungimento di 23,4 miliardi di valore. Si tratta di un netto raddoppio rispetto ai 12,6 miliardi del 2013! Molto hanno fatto le carte prepagate e le assicurazioni delle carte di credito che hanno saputo spazzar via la cronica diffidenza degli italiani nei confronti della tecnologia.

Nonostante il calo delle vendite al dettaglio (-0,5%) registrato dall’Istat a dicembre scorso, soffiano venti a favore anche la ripresina del Pil (+0,9% la crescita attesa da Bankitalia) e l’aumento procapite di chi compra online. In sintesi, non si compra di più ma comprano più persone.

Aprire un eCommerce è una pratica sempre più semplice da portare avanti e conti come Paypal facilitano anche la gestione dell’aspetto finanziario. La crisi dei trasporti, infine, impigrisce la popolazione che preferisce fare tutto in pochi click.

Il master in Reponsabilità Amministrativa e Disciplinare

Come si intuisce dalla sua stessa nomenclatura, il “Master I livello in Responsabilità amministrativa e disciplinare” affronta una serie di tematiche molto attuali in questo periodo. Per fare un esempio pratico, chi si occupa di queste mansioni nell’azienda di Jeff Bezos avrà non poco da fare in queste settimane.

Ecco perché ha senso darsi una formazione post laurea sugli aspetti disciplinari della gestione di un’azienda. Il modo in cui potrete farlo presso Unicusano sarà molto dettagliato tanto che si snocciolerà nelle seguenti materie riportate, per dovere di cronaca, dal sito ufficiale:

L’ART. 28 E GLI SVILUPPI SUCCESSI

  • La responsabilità diretta delle amministrazioni;
  • Le deroghe al diritto comune;
  • La responsabilità civile da comportamento illecito della pubblica amministrazione;
  • La risarcibilità del danno da lesione di interessi legittimiIUS/01
    IUS/1037515;

LA RESPONSABILITà AMMINISTRATIVA

  • La natura giuridica;
  • Il danno erariale diretto, l’agente pubblico e il rapporto di servizio;
  • La responsabilità per dolo o colpa grave;
  • Il danno obliquo;
  • La quantificazione del danno;
  • Cenni sul giudizio della Corte dei ContiIUS/1050020;

LA RESPONSABILITà DISCIPLINARE DEL PUBBLICO DIPENDENTE

    • La natura giuridica della responsabilità;
    • L’applicabilità del contratto collettivo nella responsabilità disciplinare;
    • Le strategie difensive del dipendente sottoposto al procedimento disciplinare;
    • Le sanzioni disciplinari previstee le possibili impugnazioni;
    • I rapporti tra procedimento disciplinare, responsabilità disciplinare e penale del dipendente
    • Studio di casi pratici;

Come diventare esperto di Sicurezza delle Reti Informatiche

Che cosa fa un esperto di sicurezza delle Reti Informatiche? Lo scoprirete seguendo il master precipuo di Unicusano che vi trasferirà una serie di competenze specifiche molto utili in questi anni. Saprete curare ogni singolo aspetto dei sistemi operativi, comprese quelle transazioni telematiche di cui parliamo dall’inizio della mini-guida. Non solo.

Avrete anche la completa gestione operativa della sicurezza aziendale che, in quei canali, detiene documenti importanti e tutti gli elemeti della Brand Identity. Infine avrete anche la panoramica completa della normativa di riferimento e gli strumenti per aggiornarvi costantemente su di essa.

Quanto costa studiare la sicurezza informatica? Se parliamo di fatica personale, partite dall’idea che dovrete seguire con attenzione 1500 ore di lezioni in video (per un totale di 60 CFU). Se, invece, stiamo analizzando l’aspetto economico, allora sappiate che il prezzo del master è di 2300 euro pagabili in quattro rate da 575 euro l’una.

Ora che è andata la prima “tornata ” su come la multa ad Amazon possa stimolarvi a migliorare la vostra formazione, seguite la dritta che vi abbiamo dato in apertura e, quindi, andate a cercare altre informazioni sui nostri canali social ufficiali.